Home / Vini / I migliori vini bianchi sardi
sardegna

I migliori vini bianchi sardi

La Sardegna si può considerare un vero e proprio paradiso, non solo per i paesaggi mozzafiato, il mare cristallino e le spiagge da sogno, bensì anche per la cucina e la produzione di vini.
Gli intenditori sapranno che tutta la regione è ricca di vitigni, infatti la Sardegna vanta ben 19 vini DOC (Denominazione di Origine Controllata) ed uno DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).
I vini bianchi sardi sono molto apprezzati in tutta Italia e fra i migliori troviamo:

  • Vermentino di Gallura DOCG;
  • Moscato Bianco DOC Cagliari;
  • Moscato di Sennori;
  • Malvasia di Bosa;
  • Vernaccia di Oristano;
  • Nuragus di Cagliari.

Il Vermentino di Gallura è il vino che rappresenta la Sardegna, dal colore giallo paglierino ed un profumo mediamente intenso che ricorda la vegetazione; morbido in bocca e con un retrogusto di mandorla.
Ottimo e piacevole per tutti i palati, risulta famoso sul mercato vinicolo.
Il Moscato Bianco DOC Cagliari è un vino molto aromatico dal gusto pieno e dolce che accompagna perfettamente i formaggi stagionati e la pasticceria secca; si può trovare nella versione secca, liquorosa e dolce. Il colore è dorato intenso e il retrogusto è di frutta secca e miele.
Il Moscato di Sennori è un vino pregiato e molto raro. Si tratta di un moscato passito dal colore giallo dorato intenso, dal profumo aromatico di fiori e frutta e dal gusto gradevole. L’abbinamento consigliato è con la pasticceria secca, la frutta e i diversi tipi di formaggi.

Malvasia di Bosa è un vino prodotto nella zona occidentale dell’isola, anch’esso abbastanza raro, ma di grande qualità. Principalmente lo si trova nella versione dolce ed ha un sapore vellutato ed intenso; dorato con riflessi color ambra e dal profumo speziato e di mandorla tostata. La pasticceria secca va a nozze con questo vino dolce.
Vernaccia di Oristano è un altro prodotto che rappresenta la Sardegna, per diffusione e qualità; ha un gusto secco e un profumo intenso, speziato, di frutta secca e nocciole tostate. Ideale per accompagnare pranzi e cene di pesce dai sapori forti come le uova di tonno, la bottarga o i formaggi affumicati. La versione dolce invece è adatta alla pasticceria secca.
Il Nuragus di Cagliari, deve la sua qualità alla particolare ambientazione ed il nome ricorda le antichissime costruzioni in pietra, i nuraghi appunto.
Si presenta con un colore giallo paglierino e dei riflessi verdognoli, ma il profumo delicato rapisce subito, scoprendo delle note di mela, fiori d’acacia e citronella. È un vino fresco e va abbinato a portate di pesce, soprattutto ai frutti di mare ed alle ostriche.

About Redazione

Cerca anche

Tutto quello che c'è da sapere sul Lambrusco

Tutto quello che c’è da sapere sul Lambrusco

L’Italia è famosa, oltre che per il cibo, anche per la produzione di vini. Uno ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *