Home / Vini / Il Valpolicella: un vino rosso DOC che nasce a Verona
valpolicella vino rosso DOC

Il Valpolicella: un vino rosso DOC che nasce a Verona

Le origini del Valpolicella: nascita e storia

Il Valpolicella è un rinomato vino rosso DOC, che si produce nella provincia di Verona.

Il caratteristico vino veneto ha profonde radici storiche e le sue prime notizie risalgono all’età pre-romana.

Definito anche come il vino degli imperatori in quanto a degustare il Valpolicella furono numerosi condottieri dell’Impero Romano, possiamo ammirarne le lodi tramite gli scritti di Plinio, Virgilio e Svetonio.

Se oggi possiamo degustare questo vino pregiato è grazie all’azione dei monaci di San Colombano che conservarono la viticoltura ereditata dai tempi antichi e introdussero il nuovo tipo di vinificazione, coì come oggi la conosciamo.

Come è composto

Le uve essenziali

L’uva principale del Valpolicella è la Corvina. Questa deve essere presente in una percentuale che va dal 45% al 95% ed è predominante in qualsiasi tipo di miscela consentita dal disciplinare.

L’unica altra uva essenziale per la composizione del Valpolicella è la Rondinella che può essere presente, come da disciplinare, in una percentuale che va da un minimo del 5% ad un massimo del 30%.

Non è più presente nel disciplinare delle uve essenziali per la denominazione del Valpolicella l’uva Molinara, che però resta consentita nella miscela.

Le uve non essenziali

Esistono poi tutta una serie di uve secondarie, definite non essenziali, ma che possono partecipare alla formazione del Valpolicella DOC, purché rispettino i seguenti requisiti:

  • l’insieme delle uve essenziali non possono superare il 25%;
  • nessuna uva essenziale può superare singolarmente il 10%.

Ecco quali sono le uve non essenziali consentite dal disciplinare:

  • Negrara trentina;
  • Forsellina;
  • Oseleta;
  • Rossignola;
  • Dindarella.

Come sostituire la Corvina nel Valpolicella

E’ possibile sostituire l’uva Corvina, la predominante nel vino veneto DOC, con il Corvinone ma in una misura massima del 50%.

Caratteristiche organolettiche

Il Valpolicella DOC è un vino dal colore rosso rubino brillante che volge al granata col passare degli anni, ha un profumo gradevole con parvenze di mandorle amare.

Il sapore è vellutato, con note amarognole, armonico.

La gradazione minima è di 11° ma ne esistono versioni con un tasso alcolico decisamente superiore.

Le denominazioni

Il vino rosso originario della provincia di Verona assume diverse denominazioni a seconda della zona in cui viene prodotto. Se viene prodotto nella Valpolicella classica, allora manterrà il nome Valpolicella, mentre ne esistono versioni dai nomi differenti.

Ecco le altre denominazioni del Valpolicella:

  • Valpantena, se prodotto nell’omonima valle;
  • Superiore, se affinato per più di 12 mesi e con grado alcolico maggiore al 12%;
  • Ripasso, se prima dell’affinamento il vino viene ripassato attraverso le vinacce di recioto.

 

 

 

 

 

 

About Gianluca

Cerca anche

Vini dealcolati: l’Europa vuole annacquare i nostri vini?

Negli ultimi giorni si è venuta a creare una polemica non indifferente per quanto riguarda ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *